Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Laboratorio di ricerca sul paesaggio urbano
Conferenza di Patrizia DI MONTE e Ignacio GRAVALOS

 

giovedì 25 settembre / ore 18.00

N.AV.E._Serpentone, Via Tirreno, Rione Cocuzzo.

 

 

La N.AV.E. (Nuove Avventure Espressive) del Serpentone diventa subito un laboratorio di idee, ospitando due importanti architetti: Patrizia Di Monte e Ignacio Gravalos dello Studio Estonoesunsolar di Saragoza, che inaugurano con un conferenza sul tema "Urbanismo Entropico" la Sezione "Cityscape. Laboratorio di ricerca sul paesaggio urbano".


 

Con un atto improvvisato di danza contemporanea e ricerca, Daniele Ninarello aprirà la seconda tappa in trasferta del Festival Città delle cento Scale a Matera, un modo per contribuire a sostenere la spinta della Città dei Sassi a Capitale europea della cultura 2019. Seguirà la voce di Nicole Millo con Intervista a Pasolini.

 

martedì 16 settembre / ore 20.00
Palazzo Lanfranchi

DANIELE NINARELLO

NON(LEG)AZIONI
Atto improvvisato di danza contemporanea e di ricerca
 

NICOLE MILLO
INTERVISTA A PASOLINI

 


 

"UMANESIMO" della Compagnia La Veronal

apre la VI Edizione del "Festival Città delle 100 scale"
a Palazzo Lanfranchi a Matera

 

Il Festival Città delle 100 scale a sostegno della candidatura di Matera Capitale Europea della Cultura 2019

Sarà "Umanesimo" della Compagnia spagnola La Veronal ad aprire – martedì 9 settembre, alle ore 20.30, a Palazzo Lanfranchi a Matera – la VI Edizione del Festival Città delle 100 scale.

 

Palazzo Lanfranchi
martedì 9 settembre / ore 20.30
COMPAGNIA LA VERONAL
UMANESIMO
Coreografia di Marcos MORAU
in collaborazione con gli interpreti
con il patrocinio
Ministerio de Educacion, Cultura y Deporte / Gobierno de España
Inaem_Instituto Nacional de las Artes Escenicas y de la Musica
Insitut Ramon Llull / Catalan Language and Culture

 

Morau si è formato all'Istituto per il Teatro di Barcellona, al Conservatorio Superiore di danza di Valencia e al Research di New York. Le sue capacità artistiche spaziano tra danza, fotografia e teatro. Nel 2005 crea La Veronal, un ensemble di artisti che si muovono tra danza, cinema, letteratura e teatro alla costante ricerca di nuovi mezzi espressivi caratterizzati da un linguaggio narrativo assai forte. Morau è stato recentemente premiato con il National Dance Award 2013 del Ministero della Cultura spagnolo, il Sebastià Gasch Award della Fondazione Fad di Design e Arti e con "Umanesimo" ha ottenuto il Butaca Awards. Ma sono solo alcuni dei riconoscimenti ottenuti in questi anni. Senza dubbio Morau e La Veronal rappresentano oggi una delle realtà più interessanti della danza contemporanea a livello internazionale.