Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possano essere utilizzati questo tipo di cookie sul proprio dispositivo.

Atto improvvisato di danza contemporanea e di ricerca


Dare vita al momento. All'istante. Percepirlo. Afferrarlo e seguirlo. Scegliere di farlo attraverso l'irrazionalità di un corpo che racconta il passaggio. "Non (leg)azioni" è un progetto di atti improvvisati in vari luoghi e diverse situazioni, dove il corpo si organizza nella sua architettura e nel suo spazio per trovare nuove forme e direzioni senza alcun intento al racconto. Unico fine è quello di aprirsi una via al possibile sconosciuto. Attraverso l'improvvisazione si va sempre a sondare luoghi del corpo e della mente che a volte accantoniamo, ma in quel momento riaffiorano immagini e situazioni cariche di un potenziale poetico che permette generosità e catarsi. E' dunque necessario riconoscere l'urgenza dell'attimo che sta per nascere e al tempo stesso per finire. E' molto importante una totale apertura, consapevolezza e disponibilità alla ricezione verso ciò che accade dentro e fuori. Lo spazio ha un ruolo importante, riconosce la vera natura, il primo gesto che diventa movimento, la radice di ogni azione che si sta per svolgere, senza perdere la libertà e la creatività.